lunedì 6 gennaio 2014

IL 2013 DI NUOVO SENSO CIVICO: UN ANNO AMARO PER GLI INQUINATORI. E CHE IL 2014 SIA ANCORA PEGGIO PER LORO.

L'azione di NUOVO SENSO CIVICO si fonda su un mix di divulgazione-mobilitazione da un lato e supporto tecnico-scientifico-legale dall'altro attraverso la collaborazione con esperti e studiosi di chiara fama.
Senza consenso popolare non si va da nessuna parte ma se non lo si riesce a concretizzare con l'ausilio di tutti gli strumenti a disposizione e la conoscenza degli atti da compiere, quel sostegno sarà insufficiente per ottenere i risultati desiderati.
Ma di quell'appoggio abbiamo un bisogno crescente perchè più si approfondiscono le questioni e più si vanno a pestare piedi "eccellenti".

Ripercorriamo qui di seguito le tappe di un anno difficile che però con la tenacia e la consapevolezza di stare dalla parte giusta ha portato tanti risultati positivi che ci danno un'ulteriore spinta per il 2014 appena iniziato.

  • IL PROGETTO "FOREST OIL" DI ESTRAZIONE CON RAFFINERIA SUL LAGO DI BOMBA NON SI FARA'. E' una delle soddisfazioni più grandi dell'anno perchè il percorso è stato estenuante fino all'ultimo pronunciamento del Comitato VIA de L'Aquila che ha messo la perentoria parola "fine" ad un progetto che abbiamo ritenuto fin dall'inizio insensato oltre che dannoso. Siamo stati tra i protagonisti della lunga lotta insieme alle Cittadine e ai Cittadini di Bomba, al comitato "Gestione Partecipata del Territorio", al WWF e ad alcune meritevoli istituzioni pubbliche quali ad esempio la Provincia di Chieti. (PER APPROFONDIRE CLICCA QUI );

  • CENTRALI A BIOMASSE: NE ABBIAMO BLOCCATE DUE E QUELLA DI TREGLIO E' SOTTO INDAGINE.  Grazie ad un'intensa opera di mobilitazione da parte di NSC ed alla conseguente sollevazione popolare le due centrali a biomasse/biogas di Santa Maria Imbaro e Guardiagrele non si faranno. Dobbiamo dire basta una volta per tutte a decisioni prese all'insaputa e sulla testa delle cittadinanze che le subiscono e che, al contrario, appena vengono informate correttamente si oppongono con fermezza. A Treglio, dove l'opera incessante di NSC va avanti da anni, dopo la dettagliata denuncia alla Magistratura presentata dalla nostra Associazione è in corso una maxi-inchiesta sul sansificio e la vicina centrale a biomasse dopo alcuni blitz della Guardia di Finanza. Anche in questo caso ci aspettiamo che tutto venga a galla e che sia il prevalente bene comune ad avere la meglio (PER APPROFONDIRE CLICCA SU: centrali a biomasse in Abruzzo );

  • Lontano dai riflettori, vista la delicatezza delle indagini, e grazie alla fattiva collaborazione di NSC E' STATA SCOPERTA E SEQUESTRATA IN VAL DI SANGRO UNA DISCARICA CON STOCCAGGIO DI RIFIUTI SPECIALI E TOSSICI INTERRATI ED E' STATA SMANTELLATA UNA CENTRALE A BIOMASSE DI SUPPORTO nell'area circostante;

  • CONTRASTATA LA REALIZZAZIONE DEL MEGA IMPIANTO A BIOMASSE DA 50 MW PRESSO LA DISTILLERIA D'AURIA DI ORTONA. Venuti a conoscenza del progetto abbiamo subito attivato i nostri tecnici che hanno contribuito fattivamente ai ricorsi amministrativi in atto e per i quali ci attendiamo un esito positivo. In questo mese ci sarà una tappa importante del percorso presso il TAR;

  • ABBIAMO PORTATO ALLA LUCE IL PERICOLOSO INTRECCIO TRA CONFLITTO D'INTERESSI E REALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI A BIOGAS come nel caso emblematico di Torricella Peligna (PER RIPERCORRERE LA STORIA CLICCA SU biogas & affari in Abruzzo  );

  • Grazie ad una campagna di pressione senza sosta con il rilancio continuo sul nostro blog dell'inchiesta-denuncia di Gianni Lannes letta da più di quarantamila persone (clicca su ecomafie strage silenziosa in Abruzzo)   IL TEMA DELLA BONIFICA DELLA DISCARICA ILLEGALE DI RIFIUTI PERICOLOSI DI TOLLO E' TORNATO PREPOTENTEMENTE ALLA RIBALTA con l'interessamento delle istituzioni pubbliche locali e regionali che vanno sollecitate al massimo per disinnescare questa bomba ecologica (per una panoramica sulla vicenda clicca su  discarica di Tollo );
  • ABBIAMO RIPORTATO ALL'ATTENZIONE DELL'OPINIONE PUBBLICA LA SCOMODA E PERICOLOSA REALTA' DEGLI IMPIANTI AD ALTO RISCHIO IN ABRUZZO dopo i tragici fatti di Città Sant'Angelo e Lanciano legati alle attività pirotecniche che spesso nascondono situazioni ancora più "scottanti" (vedi impianti a rischio in Abruzzo  gli spari sopra Lanciano  );

  • ABBIAMO DENUNCIATO ANCHE PRESSO LE OPPORTUNE SEDI GIUDIZIARIE LO SCHIAFFO ALLA CITTA' DELLA COSTRUZIONE DI UN ELIPORTO IN PIENO CENTRO A LANCIANO. Chi poteva e non ha fatto nulla per contrastare quest'opera impattante ed ad utilità zero per la collettività se n'è di fatto assunta tutta la responsabilità e ne risponderà davanti ai cittadini che la subiranno se andrà definitivamente in porto (PER APPROFONDIMENTI CLICCA SU eliporto, no grazie );

  • Ad Agosto, sostituendoci nostro malgrado a chi di dovere, ABBIAMO ALLERTATO SUI RISCHI PER LA SALUTE CHE CORREVANO I BAGNANTI DELLA SPIAGGIA DI ROCCA SAN GIOVANNI e invece di essere ringraziati per quest'opera meritoria, dal Sindaco di quel Comune è stata presentata una querela per diffamazione e procurato allarme. I fatti poi ci hanno dato pienamente ragione ma adesso, a distanza di 5 mesi, chiediamo: quali sono stati i risultati delle analisi svolte dall'ARTA? Non ci sembra che a tutt'oggi ci sia stata una risposta chiara su questo inquietante episodio (PER APPROFONDIRE CLICCA SU spiagge chiuse a rocca san giovanni  ); 
  • SIAMO STATI TRA I PROMOTORI DELLA STORICA MANIFESTAZIONE DEL 13 APRILE A PESCARA IN DIFESA DELL'ABRUZZO PER IL PARCO DELLA COSTA DEI TRABOCCHI CONTRO OMBRINA E LA DERIVA PETROLIFERA DELLA NOSTRA REGIONE (VEDI QUI ) ma nello stesso tempo inchiodiamo continuamente la classe politica, specie abruzzese, alle sue gravi responsabilità per la mancata soluzione del problema. Lo abbiamo fatto in occasione delle scorse elezioni politiche ( clicca su non votate chi vuole distruggere l'Abruzzo   ) lo stiamo facendo oggi di fronte alla colpevole inerzia di governo e parlamento (clicca su  attiviamoci per non farci fregare su ombrina: scriviamo ai parlamentari ). Se Ombrina non è ancora in funzione è anche grazie all'opera dei nostri esperti e legali che hanno contribuito all'operazione verità nelle sedi opportune, lavoro sempre in corso e grazie al quale speriamo di ottenere quei risultati che vengono negati dalle sedi istituzionali;

  • ABBIAMO RIDATO DIGNITA' ALLA LOCUZIONE "SENSO CIVICO" LIBERANDO PIAZZA PLEBISCITO DI LANCIANO DAL VERGOGNOSO PARCHEGGIO ABUSIVO TOLLERATO DALLE AUTORITA' (ripercorri la vicenda cliccando QUI  ). Siccome non siamo semplicemente un movimento "di protesta" ma soprattuto "di proposta" abbiamo sviluppato dei programmi articolati e fattivi per migliorare la qualità della vita nella nostra Città e non solo, avendo come unico punto di riferimento la salute ed il benessere delle persone (vedi ad esempio la nostra idea di Lanciano e il  programma per le politiche di NSC e ISDE Medici per l'Ambiente ). Sempre in quest'ottica abbiamo sempre sostenuto la mobilità pulita e il servizio di bike-sharing a Lanciano, denunciandone però il colpevole stato di usura e degrado in cui versa (per una panoramica completa clicca su in bici a Lanciano: muoversi senza inquinare  );

  • SUL TEMA DEI RIFIUTI CI SIAMO SEMPRE BATTUTI PER UNA SOLUZIONE FAVOREVOLE ALL'INTERA COLLETTIVITA' CHE NE DIFENDA NON SOLO LA SALUTE MA ANCHE IL BENESSERE ECONOMICO, EVITANDO CHE SIANO SEMPRE I SOLITI POCHI NOTI A FARE AFFARI D'ORO SULLA PELLE DI TUTTI (per approfondire leggi verso rifiuti zero ). Per questo abbiamo avanzato una proposta "pulita" e fattibile anche per la discarica di Cerratina;

  • SIAMO INTERVENUTI ANCHE SUL TEMA DELL'INQUINAMENTO ELETTRO-MAGNETICO COLLABORANDO FATTIVAMENTE E CON ESITO POSITIVO CON IL COMUNE DI MOZZAGROGNA PER SCONGIURARE L'INSTALLAZIONE DI ALCUNI RIPETITORI TELEFONICI VICINO A SITI SENSIBILI;

  • L'INTERVENTO PIU' RECENTE  E' STATO QUELLO SUL PROGETTO DI CENTRALE A BIOGAS DI TORREVECCHIA TEATINA che abbiamo reso pubblico e dove siamo stati sollecitati dalla Cittadinanza a portare il nostro bagaglio di competenze in modo che lo stesso venga drasticamente rettificato in senso positivo oppure definitivamente abbandonato in quanto a queste condizioni certamente non utile o strategico per la Comunità.


BUON 2014 A TUTTE LE PERSONE CHE HANNO RISPETTO DEL MONDO IN CUI VIVONO.
Nuovo Senso Civico

1 commento:

Francesca Lippi ha detto...

Capisco la necessità di tutelare l'ambiente, ma a me sembra che a volte si vada a finire nella pura semplice Nimby, mentre l'Italia paga miliardi per la mancata realizzazione delle infrastrutture di cui ha bisogno: http://www.goccediverita.it/se-volete-fare-qualcosa-di-buono-fuitevenne/