mercoledì 3 giugno 2009

ANDIAMO A VOTARE

Non basta tapparsi il naso; in attesa di capire per chi votare non abbiamo nessun timore ad indicare chi non va votato.
In provincia è più facile, soprattutto per le elezioni locali.
Prendiamo in esame il partito che rappresenterebbe la nostre "idee" politiche e facciamo un piccolo esame del suo recente percorso politico, soffermandoci con attenzione sull'argomento che ci interessa di più: il declassamento dell'Abruzzo in distretto petrolifero.
Tutti, ma proprio tutti i partiti e le coalizioni hanno, su questo argomento, l'armadio pieno di scheletri, se non peggio.
Noi non sappiamo per quale partito votare ma sappiamo con certezza quali candidati, come ci indica con icastica maestria il nostro Giustino, non vanno votati.
Individuarli per nome e cognome attraverso i loro comportamenti è facile ed il video può aiutarci.


9 commenti:

Pietro Palma ha detto...

FANTASTICO!!
non capisco se somiglia a Coletti o a Di Stefano sara perché alla fine sono tutti uguali, ma una cosa è certa, anche questa volta farò fatica ad esprimere la mia preferenza...
viva la pagnotta!!

Giuseppina ha detto...

Sei Grande Dottò....

Andiamo a votare e votare contro chi vuole fare dell'Abruzzo una regione infestata dal petrolio...

noi vogliamo tenerci l'aria pulita, il vino e l'olio buoni e vogliamo vivere bene!!!!

L'ENI dovrà passare sui nostri corpi.... non credi????

UNA PAROLA MAGICA ha detto...

Mi dicono che anche altre regioni hanno una classe politica paragonabile a quella abruzzese, se non addirittura peggiore, ma questo non è consolante.
Il problema petrolio è solo uno dei problemi che stanno investendo l'Abruzzo con l'indifferenza e/o la complicità di gran parte dei politici; è indispensabile un nuovo "sistema politico" perché quello attuale è chiaramente incapace di capire e quindi affrontare i problemi in chiave di progetto.

pieroangelo ha detto...

Guardate bene che tra i candidati del Colelgio Ortona II-Tollo, c'è uno dei due proprietari dei terreni che, su diciannove, non lo ha venduto all'Eni!!!

SinceraMente ha detto...

Ma scusate, ci vuole tanto a scegliere ???? Io direi che merita fiducia, stima chi sul campo ha dato un segnale chiaro e forte circa la volontà di tutelare l'ambiente e le future generazioni e cosa ancora più importante, ha idee chiare e forte volontà circa le scelte future, afferenti il potenziamento delle fonti energetiche alternative e rinnovabili.
C'è una sola persona candidata al consiglio provinciale di Chieti nel collegio Ortona 2 - Tollo che ha queste caratteristiche ed è Paolucci Pierangelo basta con i mezzi termini, basta con gli indugi qui rischiamo grosso se quest'onesto e capace uomo non potrà contrastare ANCHE in consiglio provinciale la deriva petrolifera dell'Abruzzo. Cerchiamo di capire la vera portata del dramma che incombe dietro l'angolo SVEGLIAAAAAAAAAA !!!!!

UNA PAROLA MAGICA ha detto...

Siamo tutti d'accordo per Piuerangelo Paolucci il suo nomesarà in prima fila sulla lista che stiamo per pubblicare sul prossimo blog in cui indicheremo coloro che anostro avviso, per coerenza e coraggio sanno cantare in libertà fuori dal coro dgli "yesman".

andrea ha detto...

Era proprio quello che mi aspettavo!! ma toglimi una curiosità .. in quale lista ti presenti con un programma così sicuramente vincente? a pensarci bene potrebbe essere una qualsiasi ... tanto è l'uomo che fa la differenza!! comunque sono assoltamente d'accordo sul fatto che VOTARE è un DOVERE e non un semplice DIRITTO!!! Un saluto e mi raccomando continua con il tuo sarcasmo pungente a svegliare la gente che ti ascolta! ciao doc andrea

UNA PAROLA MAGICA ha detto...

Andrea, chi sa, un giorno potrei presentarmi come candidato nel partito "delle pagnottelle ben imbottite" ho già coniato lo slogan: votate Tiracchia e sarà una pacchia! (altri slogan non li riferisco per decenza) Ahahaha
La cosa che più mi affascina e mi spinge a proseguire è che per qualche "cattivo" sono come un'apparizione del diavolo in sagrestia.
I risultati, a volte anche disastrosi, di una vita senza noia mi hanno reso libero ed ho e ritrovo ed incontro amici e belle persone oltre ogni desiderata speranza. Ciao e grazie.

Luigi ha detto...

Grandissima interpretazione...
Bravo Giustino...

reale e concreta senza troppi raggiri questa splendida poesia ci fa capire concretamente chi ci governa....se esistesse una giustizia divina che interaggirebbe con la vita terrena vorrei vedere che fine facessero questi POLITICI DISONESTI..

un saluto affettuoso