domenica 4 novembre 2012

MAPPA DELLE CENTRALI A BIOMASSE IN ABRUZZO: AIUTATECI A FERMARNE LA DIFFUSIONE

UNA

ELENCO CENTRALI A BIOMASSE IN ABRUZZO
(aggiornato al 4/11/12 s.e.& o.)
A) in previsione, in fase di progettazione o di di attivazione
1.ISTONIA ENERGY VASTO(CH) OLI VEGETALI 4MW REALIZZAZIONE
2.PUCCIONI SPA VASTO(CH) BIOMASSE SOLIDE-OLI 16.2MW REALIZZAZIONE

3.RENOVO BIOENERGY SPA (GUARDIAGRELE) CHIETI LOC. PIANO VENNA 1MW RIFIUTI
4.ECO ENERGY (ORTONA) 34 MW (APPROVATO CON PRESCRIZIONE) BIOMASSE VEGETALI
5. CORROPOLI
6.CORROPOLI
7.CORROPOLI
8. 13. SAGITTA IMMOBILIARE (COLONNELLA) 6 IMPIANTI DA 1MW 36.000TONNELLATE LEGNA/ANNO
14. 15. ROMAGNOLI ENERGIA SRL PIANELLA (PE) 10MWE (1 DA 1MW)
16.SINERGAS CEPAGATTI (PE) 940KW OLIO DI COLZA E DA FRITTURA.
17.FATER(PE) IN COSTRUZIONE 8.9MW (OLIO DI JATROPHA)
18.EK ENERGY SRL MANOPPELLO (PE) 2.0 MWE BIOMASSE ORIGINE ANIMALE
19.RENOVO (RICHIESTA ) CITTÀ SANT’ ANGELO (PE) ZONA ASI 1MWE
20.TORRICELLA PELIGNA 1MW
21. 24. C.DA S. ONOFRIO LANCIANO 4 CENTRALI DA 1MW
25 ATA ENERGIA srl (BIOGAS 1MW)) LANCIANO (Villa Pasquini - Loc. Bel Luogo)
26. CIVITA LUPARELLA
27.GREEN ENGINEERING SRL MONTEODORISIO (CH) 1MW BIOMASSE
28.FALLO (CH)
29.VILLA ALFONSINA (CH)
30.BUSSI (PE)
31.ECOGEN SRL PICCIANO(PE)                                                                                           32.AURA ENERGIA S.p.A. ORTONA 49,9MW

riaB) già attive
1.SANSIFICIO VECERE (Treglio CH)
2.G.C.T. SRL (TREGLIO CH) 1MW BIOMASSE
3.POWERCROOP S.P.A AVEZZANO(AQ) BIOMASSE LIGNOCELLULOSICHE
4.MA&D POWER ENGINEERING SPA LOC. CASELLE (AQ) 5,5MW
5.DISTILLERIA D'AURIA S.p.A. ORTONA

6.SANSIFICIO SO.LE.MA SCAFA (PE)
7.SANSIFICIO DI PESCARA ABRUZZO OLEARIAO
leari
E' questa una prima mappatura, ahinoi parziale per difetto, delle centrali a biomasse (o per meglio dire inceneritori) previste o già funzionanti in Abruzzo delle quali siamo a conoscenza.

Non aggiungiamo altro sulle innumerevoli, valide e documentate ragioni che ci spingono a contrastare questo tipo di insediamenti industriali inquinanti che, come progettati dalle nostre parti, rappresentano un affare solo per coloro che li realizzano e gestiscono mentre causano una serie innumerevole di danni alle popolazioni (quasi sempre ignare ) che li ospitano, in termini di salute, economia, lavoro e svalutazione immobiliare e patrimoniale.

"A noi il fumo, a loro l'arrosto."
 
Chi vuole togliersi ogni dubbio al riguardo può scaricare dal sito di NSC il nostro esaustivo "DOSSIER BIOMASSE" oppure consultare su questo blog i tanti post scritti sull'argomento.

QUELLO CHE CI PREME ADESSO E' INVITARE TUTTE LE COMUNITA' PRESENTI IN ABRUZZO A VIGILARE BENE DIRETTAMENTE O ATTRAVERSO I PROPRI RAPPRESENTANTI ELETTI NELLE VARIE SEDI PER INDIVIDUARE SUBITO LA PRESENTAZIONE ALLE AMMINISTRAZIONI COMUNALI DI PROGETTI DI QUESTO TIPO, A SEGNALARCELE ED A MOBILITARSI SUBITO PER PRETENDERE, COME PREVISTO DALLA LEGGE, IL COINVOLGIMENTO DIRETTO DELLA CITTADINANZA INTERESSATA NEL PROCESSO DECISIONALE.
E' DECISIVO INTERVENIRE AL PIU' PRESTO, NEI PRIMI GIORNI DOPO LA PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE, ALTRIMENTI SI RISCHIA DI NON POTER FARE PIU' NULLA DI VERAMENTE CONCRETO. 

Purtroppo la nostra esperienza al riguardo ci dice che spesso, specialmente nelle prime fasi, Sindaci ed amministratori pubblici tengono completamente all'oscuro la propria comunità che ne viene a conoscenza del tutto casualmente o a cose ormai fatte.
Nello stesso tempo però, sempre per esperienza diretta, abbiamo incontrato amministratori pubblici e politici molto collaborativi e lungimiranti che, grazie anche al nostro contributo, si sono battuti ed hanno avuto ragione. L'ultimo caso è quello di Santa Maria Imbaro (CH) dove con una delibera votata all'unanimità è stato respinto il progetto di una centrale a biogas.
Altre esperienze positive le abbiamo avute a Guardiagrele e Bussi, per esempio.

Quando si tratta di questi argomenti non possono esistere differenze di schieramento o di partito perchè la salute è un valore universale irrinunciabile. 
Politici, Sindaci, Consiglieri e Amministratori pubblici in genere devono rendersi conto che allo stato attuale non sono più ammesse furbate o torbide manovre sotterranee e chi non si batte alla luce del sole in difesa del bene comune verrà cacciato a pedate nel sedere senza tante gentilezze.

NUOVO SENSO CIVICO è sempre a disposizione per offrire la propria testa ma anche i propri piedi.   

PER SEGNALAZIONI E CONTATTI SCRIVETECI A:
info@nuovosensocivico.it 
  



2 commenti:

cristiano ronaldo ha detto...

questi devono essere a cacciati a pedate comunque, solo par averli proposti dei tali scempi

Lucio Giardini ha detto...

e allora andiamo tutti a lume di candela..vorrei vedere questi cittadini dall'acuto senso civico come viaggiano, cosa mangiano, come si riscaldano, se si asciugano i capelli col vento o usano il phon, se
rinunciano alla modernità per salvare il pianeta o credono che il petrolio inquini di meno...un semplice caminetto è 30 volte più emissivo di un ciclo di gassificazione..ma mi faccia il piacere..