domenica 9 novembre 2008

LEGGETE IL BLOG DI MARIA RITA


Maria Rita D'Orsogna ha postato a tempo di record la notizia in merito alla raffineria di Mantova, apparsa su IL CORRIRERE DELLA SERA ma anche su altri media; leggete la notizia con attenzione e quindi reindirizzatela a tutti i rappresentanti politici di cui avete l'email.
Il link è qui a destra.

Ieri a Treglio prima della inaugurazione di BORGO RURALE c'è stata un Forum dal tema VINO E AMBIENTE preceduto dalla proiezione del video VIAGGIO NEI PAESI DELL'ORMAI*.
L'iniziativa è stata promossa dal sindaco Roberto Doris e dal presidente della pro loco Claudio D'Ortona, sono intervenuti gli agronomi Vincenzo Aquilano di Ortona e Pierluigi Cocchini oltre all'avv. Enrico Graziani già senatore della Repubblica e combattente della battaglia contro la Sangrochimica.
Particolarmente coinvolgente è stato l'intervento del vicepresidente del nostro movimento Alessandro Lanci che sostenuto da un supporto audiovisivo ha dato qualche riferimento numerico sul centro oli di Ortona.
Erano inoltre presenti il sindaco di Frisa Rocco Di Battista e d il sindaco di Mozzagrogna Roberto Bussolo oltre al sindaco di Castelfrentano Emilio Nasuti che è anche presidente dell'Unione dei Comuni.
Questi sindaci, come ormai molti altri, pur essendo di diversi schieramenti politici sono uniti nella lotta contro l'Abruzzo petrolchimico e rappresentano un esempio di democrazia, di buon governo e di intelligenza politica e come tali vanno sostenuti.
Saranno infatti i sindaci d'Abruzzo, uniti, a ricacciare indietro le teste di ponte dell'invasione barbarica capeggiata dalle varie compagnie petrolifere sostenute da quegli abruzzesi che stanno tradendo, sapendo di tradire, la loro terra.
QUESTA SERA ALLE 19.00 A LANCIANO PRESSO LA CHIESA DI OLMO DI RICCIO, CI SARA' UNA DOPPIA PROIEZIONE E LA POSSIBILITA' DI ADERIRE AL NOSTRO MOVIMENTO.

* Il video VIAGGIO NEI PAESI DELL'ORMAI non è ancora in distribuzione perché non è ancora finito. Per portarlo a termine, finire le riprese, realizzare l'edizione finale e pagare i diritti alla SIAE per le musiche e alcune delle immagini usate servono fondi!
Tutto il lavoro svolto sinora, trasferte, riprese, montaggio e quanto altro necessario alla sua realizzazione è stato pagato dagli autori.
Se volete contribuire alla sua realizzazione e volete saperne di più inviate una email a
info@nuovosensocivico.it

4 commenti:

Leo d'Alessandro ha detto...

Negli anni 70 i video ambientalisti venivano presentati - in gran parte - con la stessa citazione biblica.

La custodia del giardino dell'eden non è riferita ai vigneti di Ortona, ma al Regno di Dio sulla Terra. Come vedete, l'argomento non è ambientalista, ma religioso (dov'era l'inquinamento ai tempi di Adamo ed Eva?). Dal giorno della Pentecoste il Regno di Dio è la Chiesa Cattolica, che per volontà di Dio non sarà vinta dalle forze del male.

Le immagini dei video anni 70 erano mostruose e terrificanti come il vostro, compreso il solito pellicano inzuppato di petrolio (ma dubito che si trovasse a Falconara).

Non mancavano le interviste alla gente del posto con gli alberi e il campo di grano a pochi metri della raffineria.

Da quello che ricordo, mio padre e gli altri anziani del posto mi raccontarono, la balena di Rocca San Giovanni non è stata pescata, ma si è arenata.

D'altra parte la presenza della zona industriale in Val di Sangro non impedisce ai pescatori più esperti di pescare alla foce del fiume, e In molti casi quel pesce viene cucinato e mangiato in casa dei pescatori.

Io stesso, pur sapendo come veniva riciclato, ho mangiato quintali di Galbanino, Gorgonzola e formaggio fresco e non sono ancora morto.

Mio nonno non ha mai mangiato il Galbanino (perché non era stato ancora inventato) ed è morto d'infarto.

Presentare un documento scientificamente inconfutabile ad una platea di palese Fede Cattolica è la cosa più nobile che abbia mai visto.

Ma aggiungo che ogni qual volta che il centro sinistra o il centro destra (locale o nazionale) vanno in difficoltà si affidano a questo tipo di manifestazioni dichiaratamente apolitiche.

Prova ne sono alcune trasmissioni televisive di provata morale politica come "domenica in" (che negli anni 70 difendeva la ferita DC); le trasmissioni Rai anni 90 presentate da Celentano con grandi ospiti d'onore (che hanno difeso la sinistra) e la tre giorni Mediaset di raccolta fondi per gli ospedali pediatrici italiani ai quali hanno partecipato tutto lo star sistem della Mediaset durante lo scandalo SME.

A questi aggiungo le contestazioni No-Tav e la vittoria di Beppe Grillo e Gianni Moretti sulla globalizazione...

Pochi mesi fa è scoppiato lo scandalo Del Turco che ha buttato una montagna di fango sulla sinistra abruzzese.

Nelle vostre presentazioni si menzionano spesso le responsabilità della classe politica abruzzese. Si ha la percezione che i responsabili siano di sinistra. Ma si dice anche che si dovrebbe votare a sinistra. La motivazione è che Costantini (a differenza del ciellino Chiodi) si è già pronunciato in merito e ha dichiarato che farà di tutto per non realizzare il centro oli. In campagna elettorale promettere non costa niente, soprattutto quando si parte in svantaggio.

E' risaputo che l'ambientalismo è una branca della sinistra che si oppone al capitalismo industriale rappresentato dal centro destra. Ma non tutti gli ambientalisti del centro sinistra sono manicheisti.

Tra tutti cito Fabio Fazi. In un'intervista di qualche anno fa è stato accusato di aver fatto la pubblicità ad una marca di detersivi naturali che inquinavano più dei detersivi normali. Il buon Fazi ha risposto che usare i detersivi è necessario per l'igene personale. E' vero che inquinano l'ambiente, ma se nessuno li usasse, saremmo tutti sporchi, puzzolenti e pieni di microbi.

L'ex presidente dell'Enel - quello che se n'è andato per la disperazione - ha rilasciato un'intervista sul Sole24Ore dove ha detto che Italia tutti parlano di energia pulita e nessuno la vuole. Non c'è bisogno di aspettare l'arrivo dell'idrogeno o delle cellule fotovoltaiche, alcune forme di energia pulita sono già disponibili. Ad esempio le centrali idroelettriche. All'estero - come ad esempio in Francia o in Germania - se la società elettrica presenta un progetto di allagamento, i comuni del posto si sentono onorati dalla scelta e si attivano per la costruzione di alberghi, servizi, punti di preservazione e osservazione ambientale, aree di ristori, pic nic ecc. In Italia se il governo approva il progetto di una diga, che viene approvata dalla regione, trova l'opposizione dei sindaci che (in certi casi pur essendo ambientalisti) ne impediscono la costruzione.

La UE ha abbassato le emissioni di CO2 delle automobili (per esempio)a 0,12 per chilometro entro il 2012. La Fiat (che ha già investito su questo tipo di ricerca) si trova a 0,14 mg/km e, per bocca di Marchionne, ha dichiarato che non riuscirà ad arrivare al limite fissato dalla UE. Le case tedesche si trovano più indietro, ma per aggirare il problema, si sono alleate con la Bosch e la Siemens per realizzare delle automobili ibride elettriche e a carburante. Fonti il Sole24Ore.

Tutto questo non smentisce la pericolosità del centro oli di Ortona che sarà letale per la popolazione, il paesaggio, il montepulciano e l'olio d'oliva.

Non sono uno scienziato e non sono in grado di contestare i dati scientifici offerti dalla prof. Anna Rita D'Orsogna che sicuramente sono veri. Ma dico che anche la signora Margaret Teatcher è uno scienziato. Un ingegnere chimico che nel 1989 ha fornito una bellissima idea agli ambientalisti.

La Gran Bretagna era sull'orlo del fallimento e la lady di ferro era costretta a chiudere le miniere di carbone e licenziare 8mln di lavoratori.

Un suo collaboratore le ha detto che doveva usare la sua credibilità politica e scientifica per dire agli inglesi che il carbone era altamente inquinante.

Inizialmente la Tatcher era scettica ed era sicura che non le avrebbero creduto. Ma il suo collaboratore - un vecchio politico inglese - le ha detto: prova e vedi.

Nel 1989 il primo ministro inglese ha parlato al palazzo dell'ONU sui pericoli delle centrali a carbone per la salute pubblica dei cittadini e ha ricevuto un ampissimo consenso. Questa mossa politica le ha permesso di chiudere le miniere a carbone di risollevare le sorti dell'economia inglese.

Pochi anni fa il primo ministro Blair - un laburista! - di fronte al rilancio dell'economia inglese, si è affacciato alla BBC e ha pronunciato le fatidiche parole: "grazie signora Tatcher!".

L'ex ministro inglese si è comportata con la massima educazione e non ha mai commentato il ringraziamento del suo avversario politico.

Tutta un'altra classe.

I miei ragionamenti sono puramente polemici. Non sono conclusivi e non hanno la pretesa di essere veri, perché - ammetto - non conosco l'argomento.

Pregherei i gestori del blog di replicare il mio commento, senza cancellarlo.

Un caloroso abbraccio alla prof. D'Orgogna con la preghiera di salutarmi la signora Iva.

d'Alessandro Leo

nuovo senso civico ha detto...

La mission del nostro movimento è informare e cercare di informare e quindi rappresentare quella fascia della popolazione che è contraria al declassamento dell'Abruzzo in distretto petrolifero.
Facciamo tutto questo con totale e diretta semplicità, semplicità che ci ha permesso di prendere una posizione netta ed informata sull'argomento e di comunicarla a decine di migliaia di persone.
Ci permettiamo di darle un consiglio, a prescindere dalle sue motivazioni cerchi di sfrondare il suo pensiero da inutili orpelli e una volta intrapresa una strada (qualunque essa sia) si informi e proceda in modo lineare.

Leo d'Alessandro ha detto...

Non ho bisogno di sfrondare le mie opinioni da inutili orpelli. L'informazione non è fatta solo di SPERIMENTAZIONE, ma anche di TEORIA. Non è l'informazione corretta che mi spaventa, ma l'informazione unica.

L'attendibilità delle fonti è INDISCIBILMENTE legata alla qualità personale in relazione al libero arbitrio. I cattivi - a differenza dei buoni - si beano delle bugie che pronunciano o dicono la verità per fare i propri interessi. Questo non è un orpello stilistico, ma è un fondamento a dir poco pleonastico.

Come possiamo vedere le persone cattive sono di gran lunga in maggioranza. Per questo qualsiasi cosa mi dicono, io non ci credo.

Con questo non voglio dire che siete disonesti, ma voglio permettermi di non credervi prima di informarmi altrove.

Come sapete le donne sono molto affascinanti. Ci dicono che saremo intelligenti, se ci lasciamo sedurre. Resistere al richiamo è impossibile per tutti. Non abbiamo scelta...

massimo075 ha detto...

Caro Leo fai come me vai e viggiano, e parla con la popolazione. poi vai in biblioteca e trova H2S, poi se vuoi chiedi informazione al NOE o all' ARTA...se vuoi puoi andare a Gela e parla con i genitori che nel 2007 su 1500neonati ben 500 sono nati con gli organi genitali ridotti,poi vai alla regione Basilicata e vedrai che gli aumenti di tumore al colon da 15 anni a questa parte sono triplicati a causa dell'h2s fonte del ministero della sanità...fai pure....e poi dicci cosa hai trovato.